martedì 28 giugno 2011

Sapone? Si, ma quello di una volta...

Oggi vi parlo del sapone di marsiglia, l' ho sempre usato per lavarmi le mani, ultimamente però l' ho riscoperto anche per il viso, poiché ho scoperto che quello che utilizzavo ha davvero un buon inci, cioè è VERO sapone di marsiglia!
Io utilizzo questo; Il VERO MARSIGLIA di Nesti Dante - Firenze, che compro nei supermercati Todis per 69 centesimi!



...ma ho scoperto che un'altra linea di questi saponi, ovvero "il Frutteto" con le carte colorate e profumi molto più forti, che a me personalmente non piacciono, viene venduta anche alla Coin, ad un prezzo maggiore! (quindi non tutto ciò che è discount è di pessima qualità!)
Eccoli:


Ho cominciato ad usare questa saponetta perché i detergenti liquidi per le mani, ma anche per il viso hanno tutti il sodium laureth sulfate, che è mooolto aggressivo! (è anche nello shampoo, e a causa di lavaggi frequenti mi ha causano una brutta reazione! per ora non ne trovo senza ad un prezzo ragionevole ma ci sto lavorando, intanto vado di co. wasch e lavaggi meno frequenti...)
Dopo aver letto che il sapone di marsiglia, pur essendo basico, era uno dei saponi più delicati in circolazione, ho deciso di usarlo anche per il viso, e non mi sono trovata male, affatto, ora sto usando un sapone all'olio di mandorle dolci dei provenzali, ma non vi nascondo che mi piaceva di più il mio vero marsiglia! tant'è che lo sto usando anche al posto del bagnoschiuma e me lo porterò al mare, risparmiando soldi e spazio.
C'è da dire però che se avete la pelle molto secca il sapone in generale è poco indicato, perché avendo un PH basico secca un pò la pelle, io risolvo con un idratante; la crema viso che metto sempre e comunque e l'olio di mandorle dolci per il corpo, ma in questo caso non lo faccio sempre, perché non mi da particolare secchezza nel corpo, lo faccio per lo più in estate perché il caldo, il sole, seccano di più la pelle....(NON usatelo come detergente intimo, il salto di PH sarebbe davvero eccessivo e potreste uccidere tutta la flora batterica!)
Vi riporto due inci a caso, io ho provato quello alla mandorla, al miele e all'olio d'oliva.


INCI di quello alla Mandorla:

Sodium palmate tensioattivo emulsionante V V

Sodium cocoate tensioattivo emulsionante V
Sodium Palm kernelate tensioattivo V V
Aqua solvente V V
Parfum 
Glycerin umettante solvente V V
Sodium chloride viscosizzante V V
Hydrolyzed sweet almond protein antistatico V V
Tetrasodium EDTA sequestrante R R  (purtroppo è un inquinante ma non è dannoso per la pelle)
Tetrasodium etidronate stabilizzante emulsioni V
Titanium dioxide opacizzante V V
Butylphenyl methylpropional allergene del profumo G
Amyl cinnamal allergene del profumo G
Citronnellol additivo G
Coumarin allergene del profumo G
Limonene allergene del profumo G
Geraniol additivo G
_________________________________


INCI di quello all'Olio d'Oliva: 


Sodium Olivate V V

Sodium Palmate V V

Sodium Cocoate/Palmkernelate V V

Aqua V


Parfum 


Glycerin V V 


Sodium Chloride V V 


Tetrasodium EDTA R R


Tetrasodium Etidronate V


Citral 
additivo G


Limonene G


Linalool
 Allergene del profumo G

(ho scritto la descrizione solo degli ingredienti che non sono anche sopra)


Per scegliere bene un sapone,
vi lascio questo importante articolo tratto da L'angolo di Lola:



Non sempre tutto quello che è in panetto solido, nonostante lo chiamiamo "sapone" lo è davvero.

Partiamo da dire cos'è il sapone: è il prodotto di una reazione chimica, in cui si mettono insieme grassi di vario genere, sempre naturali, e una base forte.
Di solito si usa la soda caustica: da questa si ottiene un sapone solido, più o meno duro a seconda dell'olio di partenza. Se si usa la potassa il sapone viene molle, e si piò diluire in acqua (cosa che coi saponi saponificati con soda non è fattibile, perchè tende a gelificare senza mai risultare liquido).

Il pH del sapone è sempre basico, quindi non adatto alla pelle. Ma considerando che comunque a contatto coi sali dell'acqua risulta non troppo sgrassante, e che la pelle dopo il risciacquo tampona questo sballo di pH abbastanza velocemente, si può usare senza problemi.

come riconoscerlo?

in inci troveremo SODIUM + nome dell'olio o del grasso che finisce in -ATE

quindi:

sodium olivate: sapone da olio di oliva;
sodium palmate: da olio di palma;
sodium palm kernelate: da olio di palmisto;
sodium cocoate: da olio di cocco
sodium tallowate: da sego bovino


Se cercate il vero aleppo, deve essere sodium olivate + laurus nobilis
Se cercate il vero marsiglia, NON ci deve essere sodium tallowate*, ma sodium olivate e al limite sodium cocoate;
se cercate il vero marsiglia liquido, sarà potassium olivate, aqua e pochi altri ingredienti.

Il sapone ha anche bisogno di un sequestrante che ne impedisca l'irrancidimento; di solito viene usato l'inquinante tetrasodium EDTA, preferite il disodium etidronate che è approvato dal biodizionario.

Se il produttore ha fatto da sè il sapone, metterà in inci il nome dell'olio in latino + sodium hydroxide (es: olea europaea, sodium hydroxyde); se il produttore ha comprato pasta di sapone pronta da un saponificio, metterà il nome del sapone (es: sodium olivate)

Quando in mezzo al vostro panetto ci sono anche sodium lauryl sulfate, cocamide DEA o similari la cosa non è più un sapone, ma un syndet (detergente sintetico). Ha pH compatibile con la pelle, ma risulta molto più aggressivo e sgrassante, quindi sarebbe meglio evitarlo.

*Il Sodium Tallowate è un emulsionante derivato da grassi animali come il sego bovino, provenienti dagli scarti della macellazione delle industrie della carne, quindi oltre ad essere abbastanza schifoso dal punto di vista etico, questo componente è comedogeno, ovvero occlude i pori della pelle favorendo un' eccessiva produzione di sebo = brufoli.

11 commenti:

nyna ♥ ha detto...

oddio non sapevo del sodium tallowate.. a dire il vero non l'ho mai visto in un inci, per cui meglio così!!

Flavia Purrometo ha detto...

Io ho provato quelli FRUTTETO, limone e olio d'oliva, non mi son piaciuti, molto meglio il sapone di nonna fatto in casa, anche se non amo molto il marsiglia però quando ho avuto problemi dovuti ad un'eccessiva untuosità al viso e screpolature varie, ho risolto il tutto.
Io ho comprato il Frutteto da UPIM l'ho pagato 2 euro, non troppo, durano tantissimo. Però ripeto non mi son piaciuti.
Se riesco a trovarlo a Siena proverò quello che consigli tu. Speriamo ! ^_^
a presto

Molkinaify ha detto...

Anche io uso sempre il sapone di marsiglia per il viso, è un toccasana per la mia pelle grassa. Non ho mai controllato l'inci però! Mea culpa!

D. ha detto...

@Molkinaify attenta al sodium tallowate!!!

@Flavia Purrometo io non li ho mai provati perché hanno odori troppo forti, questi qui sono + delicati, specialmente quello all'olio d'oliva, ma perché non ti sono piaciuti? ci fai capire il problema..!?

@nyna anche io l' ho scoperto da poco, è in un sacco di saponi, anche NON MARSIGLIA, meglio leggere... soprattutto se li usiamo per il viso, ma comunque sapere che in un sapone ci sono componenti animali mi fa vomitare...

Flavia Purrometo ha detto...

Mi lasciavano la pelle troppo secca ma allo stesso tempo appiccicosa e sentivo un leggero bruciore. Li ho scartati per questo, prima ho utilizzato quello agli agrumi e pensavo fosse un p0' aggressivo allora ho provato quello all'olio d'oliva ma non è cambiato molto. Mi sentivo la pelle tirare. Mi capita spesso con i saponi, ecco perchè di solito uso quello fatto in casa da nonna :D

D. ha detto...

evidentemente sono troppo aggressivi per la tua pelle, i saponi tendono un pò tutti a seccare, quello fatto in casa non lo fa??

Flavia Purrometo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Flavia Purrometo ha detto...

Quello fatto in casa non lo fa o per meglio dire, dura pochissimo quella sensazione secchezza. Invece quelli il frutteto mi rendevano la pelle secchissima pur avendo pelle tendenzialmente grassa per tutto il giorno.
Ovviamente è una mia esperienza, le mie coinquiline usano questo sapone e non da loro nessun problema- Per l'igiene quotidiana del mio viso uso O il normaderm della VICHI o il sapone fatto in casa, sono gli unici che riesco ad utilizzare senza che mi provochino fastidio alla pelle.

francimakeup ha detto...

Da provare!!

D. ha detto...

mhh Flavia forse non dovresti usare nemmeno quello, la pelle è strana ce l'abbiamo tutti diversa, forse per te ci vuole qualcosa di veramente delicato, io prima usavo un detergente da farmacia (saugella dermolatte) c'è la paraffina, ma come detergente è ottimo...

Dani ha detto...

Molto interessante questo post, mi sarà utile per scegliere un buon sapone. Non avevo mai sentito parlare del Sodium Tallowate. Grazie!